Benitez in conferenza stampa

Benitez in conferenza stampa

Manca poco alla partita contro il Torino e Rafael Benitez durante la conferenza stampa ha aggiornato i suoi tifosi sulle condizioni della squadra e sulla posizione di Cannavaro che dalle parole del mister risulta che non disputerà la partita contro il toro. L’intervista su Tuttonapoli.net 

Perchè Fernandez e non Cannavaro? “Ho pensato che Fernandez poteva darci di più. Domani Cannavaro non può giocare, ma vediamo per la prossima”.

Mertens e Insigne giocano meglio a sinistra: “E’ una questione di abitudine. Lorenzo si sta allenando anche a destra, piano piano si abitueranno e sono in crescita. Stiamo lavorando su questo”.

Il Torino ama fare possesso palla e poi verticalizza con attaccanti veloci, che giocano sulla linea dei difensori. Avete studiato qualcosa? “Noi lavoriamo prima sulla nostra squadra, poi su quella avversaria per sapere cosa fanno e dove sono più forti. Abbiamo lavorato sulla fase difensiva, se noi abbiamo possesso loro saranno più in difficoltà altrimenti dovremo controllare la loro velocità, ma girano anche bene il pallone…”.

Sull’orario della partita“Noi facciamo il ritiro, controlliamo un pò il tempo. Sono stato in Inghilterra tanti anni, non è un problema e siamo preparati per giocare ogni ora”

Sul turnover: “Io non parlo di turnover, ma di rosa a disposizione. Un giocatore può giocare dieci partite di fila? Solo Reina, dipende dal ruolo. Chi corre di più Callejon o Albiol? Callejon perchè è un esterno, dipende dal ruolo il turnover. Se Albiol facesse l’esterno non potrebbe giocare tutte queste partite. Non è importante solo quanto si corre, non guardaimo i km percorsi, ma l’intensità con cui li ha fatti”.

Higuain in campo per un’ora come a Marsiglia? Il gol quanto può far crescere Zapata? “Gonzalo sta lavorando per recuperare la condizione. Quando ti fermi due settimane devi recuperare, non so quanto possa giocare. Se ad un’occasione fai gol hai più energia, il calcio è così. Altrimenti diranno che non è al top. Decidiamo a breve. Sono contento per Duvan, per tutto lo staff lui migliora dopo ogni allenamento. Insigne ha la stessa età ed è napoletano, lui viene da un altro calcio e parla un’altra lingua quindi può crescere molto”.

Insigne continua a crescere“Sì, la chiave per la sua crescita è rimanere tranquillo. Se lavora come io lo vedo fare ogni giorno. Se controlla tutto quello che avviene vicino a lui… Lui deve sentire la gente vicina a lui”.

Vedi la Juventus un pò in difficoltà? La Roma lotterà per lo scudetto? La Juventus è una squadra forte, ma vedremo a febbraio se sarà più o meno forte, non posso dirlo ora. La Roma, così come l’Inter, è una squadra forte ed ha il vantaggio di giocare una partita a settimana, ma mancano tante partite e non sappiamo dove possono arrivare anche se hanno grande fiducia oltre che qualità. Rudi è molto furbo, parlava del Napoli, ma loro hanno qualità e saranno pericolosi”.

Che caratteristiche ha il Torino? “Hanno palleggio, ma allo stesso tempo sono forti nelle ripartenze. Non sarà una gara facile. Con l’Inter poteva perdere, ma ha fatto bene. Non hanno solo Cerci, ma 3-4 giocatori interessanti e poi mentalità ed un tecnico esperto”.

Sulle ulteriori visite al San Carlo e alla Reggia di Caserta: “Mi piace. Quando vado la gente è gentilissima”.

La motivazione della squadra“Ieri l’allenamento è stato fantastico, vedere i giocatori allenarsi su ritmi altissimi. Oggi abbiamo fatto un lavoro specifico con la difesa ed uno con l’attacco, tutti sanno quello che devono fare”.

L’attacco di Ferguson nei tuoi confronti? “Tutti sanno e preferisco non dire niente”

Sei soddisfatto che tanti giocatori che non giocavano come Mesto, Armero, Fernandez ed altri che stanno giocando con continuità? “Io penso al lavoro della squadra. Uno può avere un livello maggiore di un altro, ma se uno sa quello che deve fare può dare il contributo per la squadra. 

Si sono dette tante cose sul suo comportamento, tu che lo conosci cosa ci dici del professionista Higuain? “Gonzalo lavora benissimo. Io parlo con lui per sapere come si sente e cosa fa, è un giovane che ama il calcio, parliamo spesso di questo, è un professionista ed io dico che farà almeno 20 gol”.

Mertens in crescita, Gonzalo come sta? “Mertens sta lavorando bene, così come gli altri, ed è importante avere lui ed altri due giocatori sull’esterno ma anche Pandev che non gradisce giocare sull’esterno ma sappiamo che è forte e può fare anche quel ruolo. Gonzalo è in crescita, sempre meglio”.

Cerci è il giocatore più rappresentativo del Torino e in estate l’ha studiato perchè poteva arrivare a Napoli“E’ un giocatore bravo, speriamo sia tranquillo ma è un giocatore del Torino”.

Sulla posizione di Hamsik.  “Ha fatto cinque gol, qualcosa non va. Dobbiamo trovargli una posizion per fargli fare 10 gol (ride, ndr). Sono molto soddisfatto di lui, è un professionista, è importantissimo per noi, può giocare meglio e tutti dobbiamo migliorare ma 5 reti non è poco. Voi stessi all’inizio dicevate che aveva trovato la posizione migliore”.

La Roma è a +5, è un problema rincorrere sempre la vittoria? “Ho sempre detto ‘senza fretta’ al San Paolo. La vittoria vale tre punti, quindi siamo a due partite dalla Roma e non guardiamo la classifica con preoccupazione. Pensiamo alla crescita della squadra e sono fiducioso per stare vicino a loro, non so dove, ma competeremo”.

Particolarmente sorridente, perchè De Laurentiis ha promesso tre acqusiti a gennaio? “Perchè la squadra ha fatto benissimo e siamo arrivati a questo punto in una buona situazione, con la mentalità giusta. Ho parlato con De Laurentiisi ieri e mi ha detto che è soddisfatto dell’atteggiamento della squadra. Il mercato interessa maggiormente a tutti, noi siamo aperti a firmare giocatori di livello, ma non parliamo di giocatori in particolare. Bigon lavora per trovare elementi forti. Difensore, centrocampista e terzino? Più o meno è questo, ma ora pensiamo a migliorare la squadra che abbiamo, siamo contenti dei giocatori che abbiamo”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più