Gioia Mertens! E Benitez può sorridere

mertens

Il 2015 ha portato ai tifosi partenopei un Napoli che mai si era visto nei mesi precedenti di questo campionato, cinico ed attento in difesa. Due qualità che alla banda Benitez sono mancate soprattutto ad inizio stagione, quando il Napoli non riusciva ad esprimersi al meglio in attacco, subendo di contro molti gol.

Ma con l’anno nuovo sembra essere cambiato tutto, ed oggi il Napoli può sorridere non solo per Gabbiadini e Strinic, i due nuovi volti portati dal mercato di gennaio, che tanto bene stanno facendo alla corte di Benitez, ma per aver ritrovato un giocatore da troppo tempo scomparso dai radar. Stiamo parlando, ovviamente, di Dries Mertens.

Il folletto belga ieri ha stregato il San Paolo, come non gli accadeva da molte giornate di campionato. Il fattore più importante è stato aver ritrovato la via del gol, la medicina migliore per curare un attaccante in affanno. Mertens infatti non segnava dal 12 dicembre scorso, dal match interno del Napoli contro il Parma. Da lì, sono arrivate prestazioni altalenanti, fino a quella del match con l’Udinese, nel quale Mertens è stato il migliore in campo assieme a Gabbiadini. Non solo il gol, dicevamo, ma giocate di classe sopraffina, che hanno messo in crisi tutta la retroguardia friuliana.

Se Higuain non segna (come appunto è accaduto ieri), Benitez può contare su più bocche da fuoco per abbattere le mura difensive degli avversari. Un fattore non di poco conto, che testimonia il lavoro eccezionale svolto dall’allenatore nel reparto offensivo: tutti gli attaccanti sono utili, ma nessuno è indispensabile. Una qualità questa del Napoli che si rivelerà molto importante nel prosieguo della stagione. Ricordiamo infatti che la squadra di Benitez è ancora in corsa per tutti e tre gli obiettivi stagionali: Campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Potrebbe anche interessarti