Ritiro concluso ma ad una condizione: “Onorare la maglia!”

ritiro, ammutinamento, Aurelio De Laurentiis, Christian Maggio, patto, Cagliari

Ormai è ufficiale il ritiro forzato degli azzurri si è concluso, dopo il 3-0 rifilato al Cagliari e i 10 gol segnati nelle ultime tre partite, continuare sulla strada della “punizione”, stava rendendo gli animi in casa Napoli troppo accesi.

A porre fine al ritiro, durato due settimane, pare sia stata una conversazione telefonica tra Aurelio De Laurentiis e Christian Maggio. Le indiscrezioni trapelate sul ritiro sono state in seguito confermate dal comunicato ufficiale da parte della SSC Napoli che dichiara quanto segue: “Al termine dell’allenamento odierno, il Presidente Aurelio De Laurentiis e Christian Maggio, in rappresentanza della squadra, si sono chiariti sul ritiro e hanno concertato di comune accordo che i calciatori ritornino a casa questa sera. Tra il Presidente e la squadra è stato siglato un patto d’acciaio per il rispetto degli impegni, che porti a onorare la maglia con il fine di chiudere la stagione raggiungendo i migliori risultati possibili. Il Presidente, che ha parlato con Maggio telefonicamente, ha idealmente stretto la mano a lui e all’intera squadra che, insieme a Rafa Benitez, è pronta per tutti i prossimi impegni, con il massimo della professionalità e della concentrazione”.

Secondo la Gazzetta dell Sport ,  spingere De Laurentiis a concludere il ritiro in anticipo, sarebbe stata anche la paura di un ammutinamento: dopo la vittoria col Cagliari  erano pronti al muro contro muro con il patron forti anche dell’appoggio di Rafa Benitez, primo oppositore del provvedimento punitivo imposto.

 

Potrebbe anche interessarti