Soppresse 26 corse della Circumvesuviana: aumentano i disagi per i pendolari

circumvesuviana

La mobilità in Campania continua ad essere uno dei comparti più annosi da gestire per qualunque amministratore. Treni vecchi, poco puliti, sempre in ritardo ed in alcuni casi davvero pericolosi, una situazione in costante declino culminata nello sciopero indetto dal sindacato Orsa Autoferro.

I problemi naturalmente non sono stati risolti e adesso arriva la notizia dell’ennesimo taglio alle corse della Circumvesuviana, a renderlo noto la direzione della Circumvesuviana con un comunicato ridotto all’osso: “per insufficiente dotazione di treni, i seguenti treni indicati in orario come non garantiti saranno soppressi” e un elenco di 26 corse sulle linee Napoli – Ottaviano – Sarno, Napoli – Scafati – Poggiomarino e Napoli – Nola – Baiano.

Già da diversi giorni queste corse non venivano effettuate ma l’azienda parlava di treni non garantiti e comunicava le soppressioni giorno per giorno. Arriva però l’ufficializzazione dei tagli fino a data da destinarsi. Naturalmente per la popolazione è un enorme disagio ma non c’era altro modo di reagire alla mancanza di manutenzione, alla mancanza di pezzi di ricambio, a treni sempre più vecchi e pericolosi anche per i viaggiatori oltre che per i trasportatori. Il piano di risanamento è stato fatto e sono anche arrivati i fondi del governo ma a quanto pare non si è giunti alla soluzione definitiva.

Potrebbe anche interessarti