Ritorno dalle vacanze “alla Fantozzi” per una 126 rossa

126 rossa ad ischia

Fino ad un trentennio fa, vedere in giro per le autostrade e le statali, macchine stracolme di oggetti per le vacanze non era poi così inconsueto, le strutture erano sempre sprovviste di qualcosa, moltissimi erano coloro che andavano in campeggio o in tenda e così, si finiva con il portare in vacanza davvero tutto, dagli oggetti necessari fino ai suppellettili. Fortunatamente con il tempo, è diventato sempre più raro vedere partenze per le vacanze così colorite, un po’ perché le auto e i mezzi di trasporto sono diventati più capienti e un po’ perché ormai tutti, o quasi, possono permettersi una vacanza in Hotel, Centri organizzati e residence, che naturalmente essendo già provvisti di tutto il necessario, riducono di molto il bagaglio dei villeggianti.

Ecco perché la foto che sta facendo il giro del web, ritraendo un anziano turista che con la sua 126 rossa stracolma di oggetti, ha fatto tanto scalpore. Questa immagine, ormai condivisa su tutti i social e a cui persino il Mattino ha dedicato un articolo, sembra uscita da un’Italia che non esiste più, quella di Fantozzi ad esempio. Come si può ben vedere dall’immagine l’anziano villeggiante, di ritorno da Ischia, è in attesa di imbarcarsi per Napoli e fa la fila con la sua auto che sopra il portapacchi ha addirittura un tavolo, delle sedie e una serie di oggetti non meglio identificati che la famiglia avrà sicuramente usato durante il suo soggiorno vacanziero, oggetti a cui evidentemente non si poteva rinunciare, nonostante un’auto non proprio spaziosa.

Le vacanze italiane finiscono, diciamo addio a code, incidenti e confusione post ferragosto e chiudiamo con l’immagine più emblematica dell’estate 2015, tanto che il web si è scatenato con commenti più o meno ironici, fino ad arrivare naturalmente alle critiche, poiché i vigili urbani forse dovevano fermare l’anziano che con una macchina così carica costituiva un pericolo per se stesso e per gli altri.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più