Niente più tagliando sul parabrezza: ecco da quando e perché

Assicurazione

Tra meno di un mese, a partire dal 18 ottobre, non sarà più obbligatorio esporre sul parabrezza dell’automobile il tagliando dell’assicurazione. Da quel giorno i controlli sulla copertura assicurativa di un mezzo sarà effettuata telematicamente nel corso dei posti di blocco delle forze dell’ordine.

Il procedimento utilizzato sarà molto semplice. Al momento della stipula del contratto di assicurazione, la compagnia trasferirà i dati all’Ania: così facendo, una volta inserito il numero di targa, la polizia sarà in grado in pochi istanti di stabilire se un mezzo è coperto o meno dall’assicurazione.

Le forze dell’ordine potranno utilizzare anche strumenti a distanza come autovelox, tutor e telecamere poste in prossimità dei varchi Ztl per poter effettuare i controlli sulle targhe.

Insomma, attraverso una serie di verifiche a tappeto da svolgersi in maniera continua e costante, per molti sarà praticamente impossibile eludere la legge. Questo piano è stato adottato in quanto il tagliando posto sul parabrezza poteva essere facilmente contraffatto.

In questa prima fase, le compagnie assicurative consegneranno comunque il contrassegno ma avrà solamente finalità informative e non sarà necessario apporlo sul parabrezza dell’auto. Dopo questa fase, il tagliando non sarà più consegnato.

Previste multe salate per chi circolerà senza aver stipulato una polizza assicurativa: dai 841 euro fino ai 3.336 euro.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più