Ritrovata auto insanguinata e tracce di materia cerebrale nel napoletano

Polizia11

Un possibile delitto di camorra quello che ha interessato Michele Di Biase, detto Paparella, 57enne esponente di spicco del clan Mallardo scomparso dal napoletano da più di due giorni. Nella notte gli inquirenti hanno ritrovato l’automobile del Di Biase insanguinata e con all’interno un cappellino con un foro di proiettile, la patente di guida ed evidenti tracce di materia cerebrale. Un puzzle i cui indizi riconducono ad un omicidio criminale e alla conseguente distruzione del cadavere.

Dell’uomo non vi sono tracce, nonostante le forze dell’ordine stiano battendo da ore le strade di Giugliano. Come denunciato da ilmattino.it ad oggi il clan dei Mallardo rappresenta il gruppo criminale più potente e meglio organizzato della Campania, da qui l’ipotesi di un regolamento di conti tra gli stessi esponenti del clan. Le indagini proseguono.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più