Pioggia danneggia Domus di Pompei: ecco gli interventi della Soprintendenza

domus Pompei pioggiaA causa delle forti piogge che hanno colpito la Campania negli ultimi giorni, una Domus degli scavi archeologici di Pompei è stata gravemente danneggiata: si tratta della Casa di Giulio Polibio, ubicata al margine di un’area non scavata. La sopraintendenza speciale per Pompei, Ercolano e Stabia, informa, tramite un comunicato stampa, che il danno è stato causato da un rialzo di una porzione di pavimento in cacciopesto. In effetti, questa specifica area tende a subire i colpi dei fenomeni atmosferici a causa di un dissesto idrogeologico, il quale causa il riempimento della zona in superficie che preme sul terreno sottostante. Inoltre, siccome in tale area sottostante gli scavi non sono ancora avvenuti, la presenza di cisterne relative alla Domus causa vuoti inferiori che facilitano eventuali crolli dall’alto.

La soprintendenza, pertanto, sta provvedendo alla manutenzione e al controllo di tutta la zona per prevenire e limitare i danni che possono arrivare con le piogge invernali, per questo motivo precisa:

La Soprintendenza sta intervenendo su tutta l’area in maniera sistematica e programmata al fine di superare in maniera radicale le criticità ed evitare interventi temporanei e limitati che genererebbero solo spese progressive e non risolutive.
Sono pertanto in corso e previsti i seguenti interventi: progetto di mitigazione del rischio idrogeologico previsto dal Grande Progetto Pompei e già in corso d’opera; progetto di intervento diretto sui fronti di scavo, di recente messo a bando e ancora con intervento di recupero e restauro di tutta l’adiacente Insula dei Casti Amanti.
In attesa che gli interventi programmati siano portati a termine, la Soprintendenza ha attivato con i propri restauratori e operai, tutti le azioni necessarie al fine di garantire la tutela immediata delle strutture.

La domus non è accessibile alla stampa e al pubblico in quanto oggetto di lavori in corso.

Potrebbe anche interessarti