Attentato Parigi: in Campania i musulmani scendono in piazza contro il terrorismo

musulmani

Non accettano di essere ritenuti complici della strage che venerdì ha colpito la Francia. Non vogliono essere etichettati come quelli che tolgono la vita a persone innocenti in nome di Allah. Molti musulmani condannano l’orrore di quanto è avvenuto a Parigi. Loro hanno deciso di mobilitarsi e di scendere in piazza contro quegli assassini che si fanno esplodere o ammazzano chiunque senza alcuna pietà.

Come si legge su IlMattino.it, a Sarno domenica prossima alle ore 15:00, per la prima volta in Italia, una comunità musulmana della Campania scenderà in piazza per andare contro il terrorismo e per esprimere solidarietà alla Francia: “Non avevamo alternative – ha dichiarato Larbi Dernati, direttore della Federazione della Religione Islamica in Campania – la stragrande maggioranza dei musulmani non ha nulla a che fare con il terrorismo. Anzi molti di loro, nelle ore successive agli attentati di Parigi si son sentiti offesi ed umiliati per le strade, sui posti di lavoro perché individuati, ingiustamente, come dei complici morali degli attentatori”.

È bene ricordare, infatti, che l’Islam non c’entra nulla con il terrorismo e che le religioni, comprese quelle cristiana ed ebraica, in passato sono state usate come scuse per guerre e violenze.

Potrebbe anche interessarti