Family Day, parrocchie incitano i fedeli. Manifesti fuori le chiese di Napoli

family day 2

Solo dalla Campania saranno attese circa duecentomila persone per il Family Day, la grande manifestazione dei cattolici per difendere la famiglia tradizionale, che si terrà sabato 30 gennaio al Circo Massimo a Roma.

Come riporta Il Mattino, davanti a molte chiese di Napoli sono comparsi manifesti espliciti che invitano alla mobilitazione di parrocchie ed associazioni, come “per i nostri figli“. In piazza scenderanno tutti coloro che sono a favore di una famiglia formata da mamma, papà e figli, cattolici soprattutto ma non solo. “Noi non vogliamo fare la guerra a nessuno – tiene a precisare Nino Di Maio del Forum delle associazioni familiari nazionale – ma ribadire la nostra idea di famiglia in un clima di accoglienza verso tuttiCrediamo che le unioni civili vadano regolamentate, vogliamo comprendere le esigenze di tutti ma nello stesso tempo ricordare che la famiglia è una“.

Sul tema è intervenuto anche Papa Francesco che proprio nei giorni scorsi ha invitato i fedeli a non confondere le unioni civili con l’istituto del matrimonio. Il Circo Massimo sarà accessibile dalle 12 mentre la manifestazione inizierà alle 14 e si concluderà alle 16.30. I punti focali sono le: adozioni di bimbi da parte di coppie di fatto ed utero in affitto. “Ci aspettiamo una grande mobilitazione da Napoli – aggiunge Marco Giordano, responsabile del Forum delle associazioni familiari della Campania – perché c’è sempre stata grande attenzione e soprattutto un lavoro costante su questi temi”.

Proprio a Napoli si trovano importanti Centri di aiuto alla vita che sostengono le ragazze-madri, le donne vittima di violenza e che in tanti casi hanno aiutato molte donne a non abortire. Uno di questi è la “casa di Tonia”, dove mamme e bambini, insieme, trovano una casa e un supporto materiale oltre a quello psicologico, con asilo nido e attività di laboratorio.

Potrebbe anche interessarti