Facebook e la sfida delle mamme che impazza sul web: scatta l’allarme

mamma selfie

Uno dei fattori positivi dell’era dei social è sicuramente la possibilità di poter condividere con un numero elevato di persone tanti momenti belli ed unici della nostra vita. E quale gioia maggiore dell’essere mamma? Così, da un po’ di giorni, impazza su facebook una nuova “catena” che ha come protagoniste proprio le mamme. L’intento è quello di pubblicare sul proprio profilo alcune immagini che ritraggono le mamme con i loro bambini ed invitare altre mamme, presenti tra i pochi contatti, a fare lo stesso e così via.

Quello che può essere un semplice ed ingenuo gioco in realtà nasconde un pericolo. A mettere in guardia tutte le mamme è la Polizia Postale che sulla pagina facebook “vita da social” ha pubblicato un avvertimento. Infatti gli agenti, esperti di sicurezza informatica, avvertono:

Da alcuni giorni circola questo messaggio tra le mamme, diffuso con il sistema delle Catene di Sant’Antonio: “Sfida delle mamme. Sono stata nominata da @@@@@@ per postare 3 foto che mi rendano felice di essere mamma. Scelgo alcune donne che ritengo siano grandi madri. Se sei una madre che ho scelto copia questo testo inserisci le tue foto e scegli le grandi madri”. Il post continua: «Mamme.Tornate in voi. Se i vostri figli sono la cosa più cara al mondo, non divulgate le loro foto in Internet. O quantomeno, abbiate un minimo di rispetto per il loro diritto di scegliere, quando saranno maggiorenni, quale parte della propria vita privata condividere. Se questo non vi basta, considerate che oltre la metà delle foto contenute nei siti pedopornografici provengono dalle foto condivise da voi“.

Un consiglio che ha suscitato polemiche da parte di alcuni utenti e che ha determinato un ulteriore chiarimento/post da parte della Polizia Postale: “Ci dispiace constatare che qualcuno non ha capito il senso di questo post. Noi ci limitiamo a darvi consigli, poi ognuno è libero di fare come vuole. La nostra casella messaggi è piena di richieste d’aiuto riguardo al furto di foto (….) Quello che a volte può sembrare un gioco ingenuo per alcuni si è trasformato in un vero e proprio incubo“. Premesso che ognuno è libero di fare ciò che vuole e di utilizzare i social come meglio crede, a volte basterebbe quantomeno riflettere un po’ sul fatto che dietro un semplice e simpatico gioco può nascondersi una pericolosa minaccia e mettere da parte la frenesia della “condivisione”.

Potrebbe anche interessarti