Torre del Greco. Anniversario Unita d’Italia: su un balcone sventola bandiera del Regno

12516019_228611547489159_395553127_nUna bandiera del Regno delle Due Sicilie compare, questa mattina, ai balconi di un palazzo in corso Vittorio Emanuele a Torre del Greco, di fronte la Fontana, prima del principio di Via Colamarino.

Ma questa non è una mattina qualunque. Oggi, 17 marzo è la giornata che celebra l‘Unità di Italia, la sconfitta del Regno borbonico e l’avvento di Vittorio Emanuele II, come Re della nazione intera.

Semplice coincidenza? Potrebbe essere; tuttavia, una bandiera borbonica che sventola oggi, sotto il sole partenopeo, è un chiaro simbolo di dissenso. Simbolo della volontà, probabilmente, di contrapporsi alla celebrazione di una giornata nazionale, poco sentita da numerosi cittadini del sud e discutibilmente legittima, alla luce dei fatti reali che contraddistinsero quelle giornate di lotta, dallo sbarco garibaldino dei Mille all’epilogo unitario.

La storia, si sa, è controversa e sempre soggetta a trascrizioni e punti di vista soggettivi. Difficile da interpretare, se ci si distacca un attimo dalle nozioni didascaliche che i manuali propongono, da sempre. Ma esiste chi questa storia l’ha approfondita, chi ha scavato oltre i piani didattici nazionali e ha messo alla luce ulteriori verità, come lo splendore del sud all’epoca borbonica, lo spessore culturale ed artistico di Napoli e l’intensa proliferazione di architetture nuove e nuovi pensieri intellettuali, in un Regno che si poneva alla stregua dei contemporanei europei.

Ma del resto, una bandiera borbonica ad un balcone, oggi, potrebbe essere una semplice coincidenza. Tempestiva, ma pur sempre coincidenza.

Potrebbe anche interessarti