The Wall Street Journal elogia Ischia: “Qui il tempo sembra essersi fermato”

Ischia
Un reportage lungo ed emozionante,
nell’isola della sua infanzia, dove il tempo a volte sembra essersi fermato. E’ il lavoro realizzato della giornalista Tara Isabella Burton, che ha raccontato Ischia con i suoi occhi e le sue parole pubblicate dal “The Wall Street Journal”.

La giornalista è tornata nei luoghi del suo passato, scoprendo che molti suoi ricordi sono rimasti inalterati. Ischia, dal suo punto di vista, sembra non essersi piegata all’eccessiva modernizzazione globale, conservando alcuni piccoli particolari antichi e “romantici”. Come “i bambini incustoditi a mangiare gelato sulle rocce, gli adolescenti che bevono Peroni sul molo, le immersioni ogni tanto nel caldo, nel mare turchese”. E, soprattutto, lo “spirito di gioiosa anarchia in contrasto con gli yacht di considerevoli dimensioni ormeggiate nella baia”. 

A un certo punto, poi, scrive la giornalista, si perde durante il cammino, ma ogni cosa, intorno, è rassicurante. Quindi niente paura: “sulla mia discesa, a metà strada Epomeo, ho preso una strada sbagliata e mi sono trovata in profondità in una foresta tappezzata di fiori di campo. Ero persa, ancora una volta. Questa volta, però, non mi importava”. 

Tutto il reportage è un elogio ad Ischia, un’isola che sembra essersi fermata a una dimensione antica, quasi incantata. Il servizio è corredato da una serie di scatti di Francesco Lastruzzi che raccontano perfettamente le emozioni della giornalista.

Potrebbe anche interessarti