San Gennaro, furto alla cassaforte delle offerte: c’è una talpa

Il sangue di San Gennaro

Nella notte tra domenica e lunedì un colpo da diecimila euro è stato inflitto alla cassaforte di San Gennaro.

Sono state rubate le tante offerte ricevute soprattutto dopo i giorni di festa in onore al Santo Patrono. Sembrerebbe non sia stato un furto classico, i ladri non erano intenzionati a portare via oggetti di valore ma solo denaro che sapevano dove fosse conservato, infatti non ci sono segni di effrazione alle porti d’ingresso dei locali.

Con quei soldi si sarebbe provveduto ai lavori della cattedrale e al pagamento delle paghe dei dipendenti e della ditta di pulizie.

I ladri sarebbero entrati dall‘ingresso di Donnaregina, un varco nel cortile che porta direttamente agli uffici del parroco del Duomo, Enzo Napoli, che lui stesso ha dato l’allarme.

I banditi sarebbero quattro e si spera di riconoscerli dai fotogrammi delle telecamere della videosorveglianza.

Per i carabinieri della Compagnia Stella e del Nucleo Investigativo di Napoli, che si occupano delle indagini, i ladri sarebbero andati a colpo sicuro, sapendo dove si trovavano i soldi; hanno atteso che i giorni di festa si concludessero con le tante offerte per sbancare tutto. Quei soldi sarebbero stati consegnati in banca lunedì.

Sottratti anche qualche libro e pochi soldi del custode.

Potrebbe anche interessarti