Tiziana Cantone, nuova beffa dopo i video hot: chiesti 5mila euro alla madre

Tiziana Cantone

Napoli.  Ancora una beffa per la povera Tiziana Cantone. Una delle società che la ragazza aveva citato affinché rimuovessero i link ai video hard ha chiesto alla madre 5mila euro di spese legali: si tratta dell’avvocato Francesco Pianese della App Ideas srl, società editrice di uno di quei portali che aveva diffuso il video hot di Tiziana. È Il Mattino a riferire la vicenda.

La App Ideas srl ha vinto la causa contro la giovane e dunque ha chiesto alla madre il pagamento delle spese legali. “Ho lavorato regolarmente – si difende Pianese – ed è giusto che quella somma mi venga pagata, anche se provo dolore per la fine di Tiziana, che ritengo sia una vittima della nostra epoca”.

LEGGI ANCHE
Madre Cantone: "Costretta dal fidanzato a girare quei video, soffriva già per via del padre"

Una mossa di cattivo gusto per il legale della famiglia di Tiziana, l’avvocato Andrea Orefice: “Non mi aspettavo che il collega, l’avvocato Pianese, potesse arrivare a tanto. Altre società cui Tiziana avrebbe dovuto pagare le spese legali, come Google e YouTube, hanno rinunciato”.

Potrebbe anche interessarti