Napoli, Metro Linea 1: limitata la corsa fino a Piazza Dante

Metropolitana

AGGIORNAMENTI

Il guasto era dovuto, riferisce l’ANM, a un furto di rame compiuto in nottata, che ha interessato oltre 200 metri di cavo alloggiato sotto la banchina di emergenza che corre lungo la linea. La rimozione del materiale sui binari ha richiesto oltre due ore di lavoro. Il servizio è stato ripristinato alle 9.30 e la circolazione è tornata regolare lungo l’intera tratta Piscinola – Garibaldi.

I ladri si sono introdotti dalla zona aperta all’altezza del centro direzionale di fianco alla linea circumvesuviana, approfittando del giorno festivo quando non sono previste manutenzioni notturne in linea, hanno sollevato le piastre di calcestruzzo che fungono da copertura delle polifere rovesciandole sui binari e sulla banchina laterale.

La rimozione del materiale di ostacolo alla circolazione dei treni, la successiva ricognizione e ricollocazione delle lastre in posizione corretta, ha richiesto circa due ore e mezzo di lavoro. La sottrazione dei cavi in rame non ha conseguenze sulla sicurezza della circolazione ferroviaria perché la sua asportazione provoca l’attivazione immediata dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie di gestione del traffico in linea e l’arresto immediato dei treni.

Il danno economico invece si attesta sui 3/4mila euro tra materia prima e costo del personale per l’installazione cui si aggiunge il danno di immagine e i rilevanti disagi subiti dall’utenza.

Disagi questa mattina alla Linea 1 della Metropolitana di Napoli. Come si legge dalla pagina Facebook di ANM, la tratta che va da Piscinola a Garibaldi è limitata fino a Piazza Dante.

Non si sa ancora fino a quando durerà questa sospensione. Per ovviare al problema, almeno momentaneamente, è stata istituita una navetta 602 sostitutiva, che va da Piazza Dante a Garibaldi.

Potrebbe anche interessarti