Maradona da Costanzo: “L’errore più grande della mia vita è stato..”. Come rivedere la puntata


Seduto accanto a Maurizio Costanzo, Diego Armando Maradona si è raccontato davanti al piccolo schermo, mettendosi a nudo a 360°. Ieri, fino a tarda sera, napoletani ed amanti del pallone sono rimasti incollati alla tv per seguire El Pibe de Oro, simbolo mai tramontato di un calcio che però non c’è più. Incalzato dalle domande di Costanzo, Diego ha risposto con sorrisi e sincerità, anche quando gli argomenti si facevano scomodi o complicati.

Dalla sua infanzia all’Argentina, dall’infortunio alle donne, ma soprattutto dalla droga alla camorra. In mezzo, l’amore per i suoi figli, il riavvicinamento con Diego jr, i problemi con il Fisco. 57 minuti pieni di Maradona, rimasto ancora ragazzino nonostante l’età.

Di Napoli si è parlato poco, ma in quel poco c’erano occhi lucidi e ricordi indelebili: “Napoli continua a essere nel mio cuore, mi ha dato la possibilità di giocare un’altra volta a calcio alla grande: venivo da un Barcellona strepitoso, col Napoli ho potuto competere con le squadre del nord”.

Ma se Diego è ancora con noi, se la droga non l’ha ucciso dopo averlo consumato, è grazie a un piccolo miracolo, che ha un nome ben preciso: “L’errore più grande della mia vita è stato la droga, la presi per la prima volta a Barcellona. Janina mi disse “papà, devi vivere per me”: io ringrazio Dio, perché lui ha ascoltato Janina e mi ha fatto vivere”.

Una vita costellata di avvenimenti, di critiche e di avversari/nemici, ma dalla scarpa Diego ha un solo sassolino da togliere, e si chiama proprio come lui: “Mi hanno detto sempre che non ho riconosciuto Diego Armando per tanti anni, ho perso tanto tempo con un figlio meraviglioso”. 

Clicca qui per rivedere l’emozionante puntata.

Potrebbe anche interessarti