Trump vieta l’ingresso ai musulmani in America, l’ISIS festeggia: “È guerra”

Non sono mancate le reazioni a seguito dell’ordine esecutivo firmato da Donald Trump con cui, il presidente degli Stati Uniti, ha vietato l’ingresso ai cittadini dei sette paesi a maggioranza musulmana. Reazioni non solo politiche, ma anche dal mondo dello spettacolo, a seguito dell’esclusione del regista iraniano Ashgar Farhadi agli Oscar 2017. Trump quindi mantiene la promessa presa in campagna elettorale, iniziando così una vera e propria guerra contro il mondo islamico, non solo, quindi, contro il terrorismo.

Proprio dai gruppi fondamentalisti, arrivano le reazioni più “positive” a questo ordine esecutivo firmato da Trump. Per gli jihadisti, rappresenterebbe la conferma che gli USA sono in guerra contro l’Islam. Attraverso un post su Telegram, si viene a sapere che il leader dell’ISIS “Abu Bakr “al-Baghdadi ha tutto il diritto di farsi sentire e far sapere a Trump che il divieto di ingresso in America per i musulmani è un divieto benedetto”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più