EUROPA LEAGUE: il Napoli passa il turno ma che fatica !

napoli-swansea

Napoli 3 – Swansea 1, il tabellone mostra un risultato che a prima vista può indurre in errore: il passaggio del turno è risultato infatti ostico ed estenuante.

L’inizio sembra far presagire un percorso in discesa, infatti il Napoli parte bene: un inizio con buona intensità, come vorrebbe mister Benitez, per 90 minuti.

Ma le cose non vanno come vorrebbe Don Rafè, infatti dopo un primo quarto d’ora giocato in scioltezza, che frutta il vantaggio che si concretizzza con un delicato pallonetto dello “scugnizzo” INSIGNE il Napoli si “sgonfia”.

Dopo il goal del vantaggio il match prende un’altra piega: lo Swansea prende coraggio e con un’ imbucata per vie centrali raggiunge il pareggio: tutto da rifare.

Si arriva alla fine del primo temo senza grandi emozioni.

Il secondo tempo è figlio della fine del primo, poche emozioni.
Il pubblico risente dell‘atteggiamento molle del Napoli, i tifosi sugli spalti vorrebbero ovviamente un assalto all’arma bianca, ciò non avviene anche perchè i gallesi hanno il merito di chiudersi bene.

Allora Rafa lancia dentro Hamsik e Mertens e la musica cambia: il gioco si fa più veloce e su una iniziativa del folletto belga appena entrato, il Pipita mostra ancora una volta il suo fiuto in area di rigore: un pallone sporco in area che tra i piedi di Higuain si trasfoma nel goal del 2-1.

Lo Swansea si riversa in attacca, non ha molto tempo, infatti la reazione è scomposta, scoprendo il fianco alle ripartenze del Napoli che ha almeno tre occasioni chiarissime in contropiede, l’ultima delle quali si concretizza: Inler si riscatta parzialmente dopo un primo tempo opaco siglando il goal della sicurezza: 3-1 e tutti sotto la curva a festeggiare.

Don Rafè si conferma uomo delle coppe: uno come lui non poteva uscire così presto dalla seconda competizione continentale.
.

 

Potrebbe anche interessarti