Assicurazione condannata. Dichiarò: “Non avremmo stipulato una polizza a Napoli”

Assicurazione Auto

Napoli – Chiunque affermi che non ci sia alcuna disparità fra Nord e Sud, che non esista alcuna forma di razzismo o preconcetto nei confronti dei meridionali, dovrebbe semplicemente dare un’occhio ai prezzi delle polizze assicurative sui veicoli. Come abbiamo spesso fatto notare, le polizze stipulate a Napoli hanno un prezzo raddoppiato rispetto a quelle di tutte le altre regioni italiane: questo specialmente se si parla di assicurazioni contro il furto. Come se si desse per scontato che nessuno che dispone di un veicolo a Napoli possa stra tranquillo.

Un caso emblematico è stato condannato proprio oggi dalla magistratura. Secondo quanto ha riportato il NapoliToday, tutto è iniziato quando, nel lontano 2009, un uomo ha visto rubarsi, a Napoli, il motorino. Niente di grave, fortunatamente era assicurato contro il furto con un’importante assicurazione online. Di fatto, però, l’assicurazione ha rifiutato di pagare il premio assicurativo adducendo tale motivazione: il proprietario del mezzo aveva dichiarato di essere residente a Milano, se avessero saputo che il motorino avrebbe circolato a Napoli non avrebbero mai stipulato la polizza.

Dichiarazioni assurde che, oggi, hanno portato alla condanna dell’assicurazione ed ad una sentenza esemplare del giudice che ha deciso il caso: “Napoli è città facente parte, fino a prova contraria, del territorio nazionale e non di uno Stato con il quale siano rotte le relazioni diplomatiche”. E’ assurdo che, nel 2017, bisogni ancora affermare tali cose, che ci sia la necessità di far presente ad enti, società, media e politici che i meridionali sono italiani. L’assicurazione è stata condannata al pagamento del premio assicurativo, più interessi, ed alle spese processuali.

 

Potrebbe anche interessarti