Video. Dopo 22 anni perdonano il padre: una storia napoletana a C’è Posta per Te

“C’è Posta per Te” programma seguitissimo di Maria De Filippi ha concluso la stagione 2017 sabato sera. Per l’ultima volta in quest’anno gli italiani si sono commossi per le storie proposte, hanno applaudito i ricongiungimenti e sostenuto moralmente i protagonisti delle vicende. Anche nella puntata conclusiva il cuore napoletano è stato protagonista: dopo il bel gesto di Cannavacciulo nei confronti di un giovane pizzaiolo emigrato in Germania è stata la volta del ricongiungimento di due figlie, Alessia e Roberta, con il padre.

L’uomo, Marcello, ha affrontato una separazione da solo e le due figlie, al tempo bambine, sono state divise fra nonni materni e paterni. Nel frattempo il padre è caduto vittima del gioco d’azzardo iniziando a perdere ingenti quantità di denaro scommettendo sui cavalli. Questo ha allontanato da lui l’affetto delle figlie fino ad arrivare al punto di rottura dopo il quale per 22 anni non hanno più voluto avere rapporti con lui. La famiglia è di origine romana, ma le due donne sono state accolte dal Comune di Giugliano, dove attualmente vivono.

Dopo accuse, pianti, offese e manifestazioni di affetto, aiutati dalla diplomazia di Maria De Filippi, le figlie hanno scelto di riabbracciare il padre e perdonarlo per tutto il dolore arrecato. Dopo 22 anni, la famiglia romana adottata da Napoli si è finalmente riunita avanti all’Italia intera.

Clicca qui per vedere l’intera storia

Potrebbe anche interessarti