Test del Dna sulle feci dei cani. Controlli anche a Bagnoli e Fuorigrotta

cacca_cane

Si intensificano i controlli sulla corretta conduzione dei cani in città, ed ora il provvedimento si estende anche a Bagnoli e Fuorigrotta.

Già da qualche mese infatti, in alcune zone di Napoli il reparto di Polizia Ambientale della Polizia Municipale e degli operatori ASL stavano effettuando controlli ed esami del dna su feci prelevate per strada, al fine di creare una mappatura in grado di rintracciare l’animale e di conseguenza il suo possessore.

Così come sanciscono le norme in vigore sul possesso e la conduzione degli animali in città, è assolutamente vietato lasciare in strada gli escrementi dei propri animali. Ognuno deve necessariamente munirsi, quindi, di paletta e bustina, in modo da ripulire la strada dalle ingombranti evacuazioni dei propri amici a quattro zampe.

Le norme in tal senso si sono inasprite estendendosi ad altri quartieri di Napoli al fine di iniziare una vera e propria battaglia all’abbandono delle feci in strada. Ma i controlli sembrano non limitarsi solo a questo aspetto, gli accertamenti infatti punteranno altresì a verificare anche il possesso del microchip, dell’ utilizzo di paletta e guinzaglio e verifiche test di controllo per la leishmaniosi.

Ricordiamo che l’attività di controllo era stata avviata a partire dal quartiere Vomero-Arenella, dando ottimi risultati, anche sul fronte delle iscrizioni all’anagrafe (+50 ogni mese rispetto allo standard)

A tal proposito il Vice Sindaco Sodano dichiara: “Invito tutti i proprietari di cani che non l’avessero già fatto ad iscrivere il proprio cane all’anagrafe e ad abbandonare l’abitudine di sporcare le strade con le deiezioni, perché estenderemo i controlli a tutta la città. È un segno di civiltà, di attenzione al decoro urbano ed uno strumento di tutela della salute pubblica. Al Vomero già dopo qualche giorno il fenomeno delle deiezioni era notevolmente diminuito. Sono fiducioso che lo stesso possa avvenire a Bagnoli e Fuorigrotta, grazie alla collaborazione delle forze di Polizia Municipale impegnate già da questa settimana con i primi controlli. I cittadini sono invitati a sottoporre il proprio cane al prelievo ematico per l’accertamento della leishmaniosi. Obbligatorio nella città di Napoli in quanto inclusa nella zona endemica per tale malattia. Il prelievo potrà essere effettuato presso il proprio veterinario di fiducia o alla ASL NA 1 CENTRO-OSPEDALE VETERINARIO sito in Via Cupa del principe 13 A. Presso la struttura pubblica il prelievo è gratuito. Si ricorda che rimuovere le feci del proprio cane dal suolo pubblico è obbligatorio e un dovere morale al fine di evitare parassitosi da larva migrans,echinococco ecc. Iscrivere il proprio cane all’anagrafe è gratuito e non comporta applicazioni di tasse o tributi aggiuntivi; consente di poterlo rintracciare in caso di smarrimento o fuga”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più