L’Italia non è un paese per mamme: ecco la situazione in Campania

Come ogni anno Save The Children ha pubblicato il Rapporto sulla condizione delle mamme in Italia, diffuso oggi, alla vigilia della Festa della Mamma. Dallo studio è emerso che nel nostro paese le donne diventano madri ad un’età molto più avanzata rispetto alla media europea: 31,7 anni contro 30,5. Importante anche il dato relativo alla denatalità. In Italia si fanno meno figli che altrove: 1,35 figli per donna contro la media europea di 1,58.

Problematica, poi, anche la condizione lavorativa delle donne in Italia: il tasso di occupazione femminile tra i 25 e i 49 anni colloca il nostro paese al 27° posto in Europa. Non solo, le donne e le mamme in Italia devono affrontare anche un carico di lavoro non retribuito significativamente maggiore di quello degli uomini: le donne con più di 15 anni che lavorano arrivano ad un totale di 11 ore e 35 minuti al giorno tra lavoro retribuito e lavoro familiare, gli uomini si fermano invece a 10 ore e 13 minuti.

Disparità anche a livello nazionale, con uno squilibrio tra Nord e Sud. Dal Rapporto emerge infatti come ci siano squilibri evidenti tra le regioni del Nord, più virtuose, rispetto alle regioni del Sud, dove la condizione delle madri fatica a migliorare.

Il Trentino-Alto Adige anche quest’anno si conferma la regione “amica delle mamme” per eccellenza, seguita da Valle d’Aosta, Emilia-Romagna, Lombardia e Piemonte. È la Sicilia a registrare invece la performance peggiore. La Campania scala due posizioni (dalla 19°  alla 17°) ma resta nelle retrovie: è quartultima. Per la Campania ultime posizioni anche per ciò che riguarda le aree di cura, lavoro e servizi per l’infanzia. Per il Rapporto completo, vi rimandiamo al seguente LINK.

Potrebbe anche interessarti