Al Nord si fanno più incidenti stradali: Napoli batte Milano

Un’analisi quella fatta dal Sole24Ore che smonta ogni previsione e leggenda metropolitana per quanto riguarda gli incidenti stradali che hanno comportato lesioni a persone. Basta guardare già la mappa per rendersi conto che la “zona rossa” è collocata al Centro-Nord, con Lucca, Genova e Livorno a guidare la classifica.

A Milano ci sono più furti e più incidenti per veicoli circolanti che a Napoli. I motivi sono legati allo stato della strade e alle difficoltà legate alla guida. In Liguria, ad esempio, è più complicato guidare per curve e dislivelli e il rosso nella mappa si concentra soprattutto nelle zone dell’Appennino. Lungo la Salerno-Reggio Calabria, invece, non ci sono picchi di incidenti, probabilmente per la lentezza nelle code.

Interessante è la posizione di Napoli nella classifica che occupa uno degli ultimi posti, con 4314 vetture coinvolte ogni 1000 circolanti a fronte delle 10596 di Lucca che guida la classifica, le 9514 di Milano e le 2496 di Aosta che chiude l’elenco.

Negli ultimi anni gli incidenti nella città partenopea sembrano diminuiti, il picco infatti c’è stato nel 2009 con 6236 sinistri con lesioni a persone. Anche morti e feriti sono diminuiti dal 2001 (7276) al 2015 (7046), con un aumento vertiginoso nel 2009 (9138).

FONTI:

Istat 2015 (mortalità)

Istat 2015 (incidenti)

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più