Napoli, cinque cantieri bloccano la città: ecco quando termineranno i lavori

La commissione Mobilità, presieduta da Nino Simeone, ha discusso ieri, con l’assessore competente Mario Calabrese ed il capo staff Nicola Pascale, della situazione del traffico e dei cantieri aperti nella città di Napoli. È stato fatto, così, il bilancio dei lavori svolti ed è stata indicata, orientativamente, la fine dei lavori nelle diverse zone.

All’incontro sono intervenuti anche l’assessore Cadavero e il consigliere Angrisano della Seconda Municipalità, per esprimersi sulle ipotesi di nuovi dispositivi di traffico in via Salvator Rosa.

Ecco i cantieri aperti a Napoli e la situazione attuale dei lavori:

Via Marina: viene mantenuta l’indicazione di fine lavori prevista per i mesi successivi alla pausa estiva; procedono i lavori, con flussi di traffico registrati inferiori a quelli rilevati nello stesso periodo degli anni precedenti.

Piazza Garibaldi: qui si svolgono in contemporanea gli interventi di ripavimentazione del Comune e quelli di competenza di Grandi Stazioni per il completamento del parcheggio. Si procede secondo le attese, con termine fissato per la fine dell’anno.

Piazza Nicola Amore: da poco è partito il nuovo dispositivo di traffico per consentire i complessi interventi legati alla realizzazione della stazione della metropolitana, occorrerà attendere la scadenza prevista per marzo 2019.

Piazza Carlo III: lo stop ai cantieri è previsto per il prossimo settembre; si lavora anche al rifacimento di via Gussone e del tratto terminale di via Foria.

Via Galileo Ferraris: le maggiori difficoltà delle operazioni vanno ascritte all’intervento sulla rete fognaria, mentre è sostanzialmente terminato quello sull’impianto di illuminazione e la sede stradale. Un anno il tempo previsto per i lavori appena iniziati a via Pigna, mentre a giorni sarà definita con la Soprintendenza, con la quale prosegue l’interlocuzione in merito, la questione relativa alla scelta del materiale da utilizzare, asfalto o sampietrini.

“Sui dispositivi di traffico da applicare” – ha sottolineato Calabrese – “la decisione è al vaglio degli uffici, che prenderanno in considerazione tutte le proposte pervenute, a partire da quella contenuta nella delibera della Seconda Municipalità, che propone l’abolizione della corsia preferenziale di Salvator Rosa in direzione di piazza Mazzini, e quella di un folto gruppo di cittadini, oggi formalizzata in commissione dal consigliere municipale Vincenzo Angrisano, che chiede di mantenere il percorso attuale della linea bus 139”.

 

Potrebbe anche interessarti