Università gratis per gli studenti: ecco tutte le novità del Governo

UniversitàQuello che sembrava essere un’utopia, quest’anno diventerà realtà: per le matricole che si iscrivono all’università le tasse saranno pari a zero (ad esclusione dell’imposta regionale e del bollo).

Chi ha un reddito basso fino a 13.000 euro sarà esentato dal pagare le tasse universitarie. Si tratta di una grossa novità nel campo dell’istruzione. Anche chi è iscritto ad anni successivi al primo ed è in regola con gli esami potrà usufruire di questo maxi sconto.

Queste e altre norme fanno parte della nuova Legge di bilancio che ha imposto nuove regole a tutti gli atenei pubblici. Ci sarà anche un taglio dei costi per chi ha un Isee più elevato ma entro il tetto dei 30.000 euro. In base alla nuova legge, le matricole che appartengono a nuclei familiari con un Isee entro la soglia prevista, dovranno pagare solo la tassa del diritto allo studio di 140 euro e il bollo di 16 euro.

Il risparmio annuo ammonterà tra i 300 e i 500 euro. Chi invece è già iscritto all’università, per ottenere la stessa agevolazione, dovrà aver maturato un certo numero di crediti e dunque essere in regola con gli esami, non dovrà essere fuori corso per intenderci.

Inoltre non sono previste tasse per i dottorandi senza borsa: i dottorati di ricerca, a prescindere dal reddito, se non sono beneficiari di borsa di studio non pagheranno nè tasse nè contribui a favore dell’università.

Potrebbe anche interessarti