Elezioni siciliane, esulta anche Salvini: è il primo successo della Lega Nord al Sud

Matteo Salvini

Dopo quasi 24 ore di attesa, sono arrivati i risultati ufficiali delle elezioni regionali in Sicilia. Un voto molto atteso da parte delle principali forze politiche del paese, un banco di prova in vista delle politiche del 2018. A vincere è stata la coalizione di centrodestra, trionfante con il candidato Nello Musumeci, che vince con il 39,80% di voti, battendo il diretto rivale del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri, fermo al 34,70%.

Non pervenuta la sinistra, che si è presentata disunita a queste elezioni, pagando questa rottura interna con una sonora sconfitta: Fabrizio Micari ottiene il 18,70% di voti, mentre Claudio Fava il 6,10%. Un risultato, questo delle elezioni siciliane, quasi sorprendente rispetto ai sondaggi di 6 mesi fa, che vedevano il Movimento 5 Stelle in netto vantaggio sulla destra.

Sembra profilarsi, anche a livello nazionale, un testa a testa tra i 5 Stelle e la destra di Berlusconi, Salvini e Meloni. Ad esultare è soprattutto la Lega Nord, che con i suoi voti ha contribuito alla vittoria di Nello Musumeci. Noi con Salvini, presentatosi insieme a Fratelli d’Italia, ha ottenuto 108.713 voti, pari al 5,60%, conquistando 3 seggi nell’assemblea regionale siciliana.

Si tratta di un risultato per certi versi storico, perché segna la prima vittoria al Sud del leghista Matteo Salvini, che punta forte alla vittoria nelle prossime elezioni politiche, nonché a ruolo di leader nel centrodestra. Una vittoria che segna anche la fine dell’ostracismo del Sud Italia nei confronti del leader della Lega Nord, che pure aveva offeso quella parte del paese ritenuta una “palla al piede”.

La strategia del Carroccio è ormai chiara, la vocazione nazionalista anche. Per vincere, Salvini cercherà voti anche al Sud. E se questo risultato si confermasse anche a livello nazionale, l’ondata populista e xenofoba della Lega Nord potrebbe ottenere forti consensi anche nel Mezzogiorno.

Potrebbe anche interessarti