Napoli, novità nei trasporti: dal 2018 una card per mezzi pubblici, parcheggi e musei

Una card tutta nuova che permetterà ai pendolari e ai cittadini di Napoli di prendere bus e funicolari, parcheggiare e andare al museo. E’ il progetto innovativo del consorzio Unico Campania, che gestisce la bigliettazione di molte aziende pubbliche e private, tra cui ANM. Ildenaro.it ha intervistato il presidente del Consorzio, Gaetano Ratto. Ecco i passaggi più interessanti dell’intervista:

Sulla card: “Avrà tantissime funzioni in più rispetto a quella attualmente in circolazione, utilizzata solo per abbonamenti annuali. La nuova card per esempio potrà “contenere” più i titoli di viaggio contemporaneamente, compresi quelli disponibili oggi esclusivamente su supporto cartaceo. In più potrà fornire servizi aggiuntivi, come il pagamento del parcheggio dell’auto su striscia blu o del biglietto d’entrata in un museo”.

Quando sarà sul mercato: “Si parte con l’inizio del nuovo anno. L’introduzione della card avverrà in modo graduale con l’acquisto da parte degli utenti dei nuovi titoli di viaggio. Nel frattempo attiveremo e implementeremo tutti i servizi dell’offerta integrata. Se alla fine di questo percorso (stimiamo un anno) saranno ancora in circolazione vecchie schede, ci attiveremo per la sostituzione fisica anche di queste ultime. Si tratta di un processo non semplice perché non riguarda solo le card ma anche l’adeguamento di tutti i tornelli e i punti di accesso alle strutture”.

Come si potrà avere la card: La stessa oggi prevista per la sottoscrizione dei titoli di viaggio annuali, che avviene attraverso presentazione della documentazione presso i nostri sportelli. Presto però attiveremo anche una procedura informatizzata con il pagamento tramite circuito Sisal (che stiamo già sperimentando con gli abbonamenti gratuiti annuali per gli studenti) e il trasferimento telematico della domanda attraverso il nostro sito internet. In questo caso l’unico momento di contatto con gli uffici per i clienti sarà quello del ritiro della tessera”.

Quando si potrà parcheggiare con la card: “Dipende dalle diverse situazioni territoriali. A Napoli, Salerno, Benevento e Caserta dovrebbe essere più semplice perché le aziende di trasporto locale si occupano anche di parcheggio. Il nostro interesse è quello di ampliare quanto più possibile l’offerta integrata. In tal senso abbiamo in previsione la stipula di convenzioni con le principali strutture museali della regione”.

Potrebbe anche interessarti