Storia della pizza napoletana: nel ‘700 la prima licenza da pizzaiolo

Napoli – Nel giorno in cui “l’arte del pizzaiuolo napoletano è stata dichiarata patrimonio culturale dell’Umanità Unesco” con voto unanime a Jeju in Corea del Sud, dall’archivio di Stato di Napoli arriva un documento davvero originale risalente a fine ‘700: la prima licenza rilasciata a Napoli a un pizzaiolo.

In particolare il documento che si trova in un registro del fondo Ministero della Polizia Generale è relativo a una licenza per cuocere focacce da parte di Giuseppe Sorrentino in un basso del “borgo di Loreto” a Napoli. Un bell’omaggio reso dall’archivio di Stato in un giorno importantissimo per i pizzaioli napoletani e per la nostra città

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più