Droga e violenza a Cesano Maderno, il sindaco: “Mica siamo come Napoli”

Vi ricordate delle pesanti parole che il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero rivolse a Napoli? Ebbene un altro sindaco del civilizzato Nord Italia ha tirato in ballo la città partenopea in modo dispregiativo.

Si legge, infatti, sul quotidiano della Monza Brianza, MBNews, che il sindaco Maurilio Longhin ha usato queste parole per difendere il comune che amministra: “Sono perfettamente a conoscenza della problematica che, oltre Cesano, sta colpendo sfortunatamente molti altri comuni limitrofi ma da qui, a disegnare una città che sembra più simile alla peggio Napoli o addirittura al Bronx mi sembra eccessivo”  

“E’ vero che Cesano è stata protagonista della cronaca dopo il sequestro di eroina al parco delle Groane ma vogliamo vedere il lato positivo? Ovvero che la polizia e i carabinieri hanno fatto un gran bel lavoro?”.

Il comune in questione è Cesano Maderno, provincia di Monza, che da un po’ di tempo sembra essere diventato un paese violento, dove la droga ne fa da padrone con continui arresti di persone che spacciano. E poi ci sono le donne che raccontano di episodi avvenuti alla stazione in cui sono oggetto di pesanti avances verbali e fisiche, insomma un vero e proprio Bronx a sentir parlare gli abitanti di Cesano.

Atti di vandalismo, gente che si ubriaca, si droga, “mica siamo come Napoli!”, dice il sindaco. Purtroppo siamo nuovamente costretti a dover raccontare di un sindaco del Nord che usa la città partenopea come metro di giudizio della criminalità. Forse il sindaco si scuserà, come fece a suo tempo, Bizzozero, ma resta la leggerezza con cui si parla male di Napoli e la si usi come metro di paragone in negativo.