Incidenti in Italia: Napoli meglio di Roma e Milano. Al Nord più incidenti che al Sud

Dispositivo-traffico

Il Sole 24 Ore ha pubblicato un’interessante infografica che mostra i dati relativi al numero di incidenti registrati in Italia durante tutto il 2016. In particolare, sono stati elaborati i numeri dei sinistri su base comunale, in modo da avere un quadro d’insieme più chiaro di tutto il paese. Il caso più curioso, come fa notare il quotidiano economico, è quello di Castel Condino.

Si tratta di un comune di appena 227 abitanti nella Valle del Chiese, in provincia di Trento. Nonostante il numero così esiguo di abitanti, nel 2016 si è registrato il più alto tasso di incidenti in Italia, ben 5,4 ogni 100 abitanti. Qui, insomma, ci sono seri problemi sulla viabilità.

Problematiche che interessano anche la capitale, Roma. Nella città eterna, infatti, si sono registrati 13.214 incidenti, più di quelli avvenuti a Genova, Torino, Firenze e Napoli messe insieme. Proprio Napoli risulta essere tra le città più importanti d’Italia con il minor numero di incidenti.

Come si evince dal grafico del Sole 24 Ore infatti, in Campania prevale il colore blu, cioè una media di sinistri più bassa rispetto a quella nazionale. Più in generale, il colore arancione (che indica un numero elevato di incidenti) si evidenzia più al Nord che al Sud, a dimostrare un maggior numero di incidenti rispetto al Mezzogiorno.

La città sopra i 200mila abitanti con il maggior tasso di incidenti è invece Genova, con 0,72 sinistri ogni cento abitanti. Un genovese su cento – evidenzia Il Sole 24 ore – ha dovuto ricorrere al carrozziere nel corso dello scorso anno. Seguono Firenze con 0,69 e Milano con 0,66. Napoli, invece, registra appena 0,24 ogni cento abitanti: è il dato più basso tra quelli delle città con più di 200mila abitanti.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più