Scempio a Capri, via gli alberi per liberare la vista panoramica: la lotta di Legambiente

Capri, perla del Mediterraneo sta vivendo una vera e propria deturpazione paesaggistica. 

Infatti il patrimonio verde dell’isola è a rischio a causa di iniziative da parte di privati e non solo, che muniti di motosega stanno abbattendo gli alberi. La motivazione sembra assurda quanto banale: “liberare la vista panoramica”, come se gli alberi non fossero parte integrante della bellezza di questa terra.

A tale motivo è scesa in campo Legambiente che ha lanciato l’allarme, per incentivare l’intervento di autorità competenti a fermare questo sfregio. E come riporta la Repubblica.it alcuni dei soci del gruppo green hanno commentato così questa malsana mania:“Troppi in questi ultimi mesi sono stati i tagli di alberi sull’isola di Capri e troppe le motoseghe in azione senza le giuste motivazioni e senza controllo. I nostri polmoni non possono fare a meno dell’ossigeno e la nostra vista della bellezza degli alberi”.

Inoltre anche la legislazione interviene in soccorso e in appoggio di Legambiente. Infatti la legge 10/2013 prevede per l’appunto la salvaguardia e la tutela di alberi ad alto fusto, atti anche a valorizzare la bellezza monumentale e culturale del paese. Non resta che augurarsi in un pronto intervento delle autorità per fermare questo scempio assurdo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più