Campania avvelenata, migliaia protestano in corteo funebre C’è anche il vescovo

caserta

Slogan della manifestazione, organizzata in pochi giorni grazie ai social network, è «Siamo tutti morti».
Nella Terra dei Fuochi, in provincia di Caserta, il corteo, senza striscioni e bandiere politiche, è partito da Parco Pozzi; al suo passaggio molti commercianti hanno abbassato le saracinesche dei negozi mentre dal campanile di qualche chiesa sono risuonate le campane «a morte».

Era presente anche il vescovo di Aversa Angelo Spinillo. I manifestanti hanno concluso il loro percorso in via Roma all’altezza dell’Arco dell’Annunziata.

Fonte: Il mattino

Potrebbe anche interessarti