Parcheggiatori abusivi. Picchiato un ausiliare del traffico: “C’è terrore e paura”

Parcheggiatori abusivi

Napoli – Ormai è una guerra in cui, per il momento, a vincere sembra essere no chi è nella ragione ma chi esterna più violenza e ferocia. Stiamo parlando, ovviamente, del problema dei parcheggiatori abusivi. Tantissime le denunce contro questi personaggi, consegnate sia dai cittadini che da personalità politiche. Primo fra tutti Francesco Emilio Borrelli, che è da tempo in prima linea per sradicare questo male dalla città di Napoli. Nonostante le tante minacce e sberle, non si è mai fermato.

Un’ultima aggressione ai danni di un innocente, si è perpetrata lunedì, nel tardo pomeriggio. Un ausiliario del traffico è stato aggredito da tre parcheggiatori abusivi. La sua unica colpa è stata quella di adempire con professionalità al suo lavoro, controllando se gli automobilisti avevano provveduto al pagamento del ticket di parcheggio nelle strisce blu. Un “controllo” non gradito da tre abusivi, che dopo averlo minacciato sono passati alla maniere forti, prendendo a calci e pugni l’uomo sessantenne. Portato prontamente in ospedale sono stati refertati 7 giorni di prognosi. Mentre per i tre aggressori è stato scelto un processo con rito direttissimo, come riporta Il Mattino.

Resta una grande amarezza al signor Antonio, che non si sente tutelato a causa degli scarsi controlli, commentando a Il Mattino: “Resta la paura e il timore”. Ma non può di certo rinunciare al suo lavoro e darla vinta a parcheggiatori prepotenti.

L’abusivismo, soprattutto quello perpetrato dai parcheggiatori, è una catena illegale che attanaglia la nostra città. E tutti dovremmo combatterlo.

Potrebbe anche interessarti