Salerno: i precari rinunciano agli 80 euro

Scuola pubblica

A Salerno su iniziativa di un assistente tecnico dell’Istituto professionale per l’agricoltura, di nome Angelo Roviello, numerosi sono i precari che indicono una protesta rinunciando agli 80 euro in busta paga assegnati dal Governo agli statali.

Motivo? Secondo i precari è una presa in giro. In effetti considerando che nel salento ci sono numerosi casi di mancati pagamenti – tra docenti, collaboratori e assistenti scolastici – ci si chiede cosa saranno mai 80 euro. Insomma, nel salento i precari sono in piede di guerra e non rinunciano ai loro diritti, in quanto non ricevono stipendi da mesi e sono costretti a chiedere prestiti ai propri familiari ed amici.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più