Video. Sgarbi: “Napoli è unica, è luce. Non ho mai visto un napoletano infelice”

Grand Tour d’Italia, con la nuova edizione del format di Rete 4, condotto da Lucilla Agosti e Cataldo Calabretta, ha visto protagonista della prima puntata, Napoli con tutte le sue eccellenze, tradizioni e cultura.

Ci sono stati interventi di Gino Sorbillo, Alessandro Siani, Nello Daniele e Vittorio Sgarbi, ognuno di loro ha portato la propria testimonianza sulle eccellenze napoletane.

Ed è proprio il critico d’arte che ha speso parole belle sui napoletani ma al tempo stesso realistiche: “Napoli è sotto la luce della vita. Qui arte e vita coincidono anche in una dimensione di vitalismo erotico e euforico che precludono il concetto di lavoro. Ci sono migliaia di cose bellissime e migliaia di difficoltà ma forse per questo non ho mai visto un napoletano infelice“, ha spiegato Sgarbi.

Inoltre ha lanciato anche una provocazione sul modo di concepire il lavoro da parte dei napoletani che è vista più come uno sprono verso lo Stato e verso il nuovo ministro del Lavoro, a fare di più per Napoli e per il sud in generale.

Poi c’è la Napoli senza imperfezioni, come Capri, oppure Ravello, simbolo che le cose possono funzionare bene anche qui“, ha concluso.

Clicca qui per l’intervista!