Influenza, quest’anno 5 milioni di italiani a rischio: come riconoscerla e curarsi

influenza

5 milioni di italiani a rischio influenza. Sono già 80mila gli influenzati a letto, a causa del grande calo delle temperature avvenuto in questi giorni. Quella di quest’anno, però, sarà un’influenza meno forte. Almeno, secondo le previsioni di Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano.

Questa è la previsione che possiamo fare sulla base della stagione influenzale che si sta concludendo in Australia e Nuova Zelanda – spiega il virologo – dove è stata di media intensità ed è circolato soprattutto il virus AH1N1, anche se in quest’ultima parte di stagione rimane l’incognita del virus B, che potrebbe innalzare il numero dei casi“.

Molto, quindi, dipenderà dal meteo. Un inverno rigido e lungo porterebbe molti più italiani ad ammalarsi. Ad affiancare il ceppo tradizionale, ci saranno altri 262 virus che daranno forme simili a quella influenzale tipica. Ma come si riconosce la “vera” influenza? Questi i sintomi: febbre alta (sopra i 38 gradi), dolori muscolari-articolari, sintomi respiratori come tosse, naso che cola, congestione nasale o mal di gola.

Pregliasco ricorda inoltre come sia importante evitare di curarsi con l’antibiotico. Cosa che invece fa il 20,7% circa delle persone che si ammalano”. Il vaccino antinfluenzale resta un salvavita per malati cronici e anziani. “A volte non evita completamente la malattia, ma ne attenua i sintomi e il rischio di complicanze” ha concluso Pregliasco.

Potrebbe anche interessarti