Mimmo Lucano cacciato da Riace, deMa: “Vieni a Napoli, ti ospitiamo con amore”

Mimmo Lucano lascia gli arresti domiciliari. Il sindaco di Riace, però, dovrà lasciare la sua città. Questa, la decisione del Tribunale della libertà. I giudici, infatti, hanno stabilito il divieto di dimora per Lucano nel comune di cui era alla guida fino al momento dell’arresto, avvenuto lo scorso 2 ottobre. Per quanto tempo dovrà lasciare Riace è ancora presto per poterlo dire con certezza.

Diversi sono stati i messaggi di solidarietà per Lucano. Tra tutti, anche quelli del sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Il primo cittadino, infatti, è da sempre molto sensibile al tema dell’immigrazione, ed ha speso parole di elogio per il modello di accoglienza di Riace.

Su Twitter, de Magistris ha rivolto un invito a Lucano: “Caro Mimmo lo so che non lascerai la tua e nostra amata Calabria ma se vuoi ti ospitiamo con amore a Napoli. Il divieto di dimora nella tua Riace è peggio degli arresti domiciliari. Ma non potranno mai arrestare la rivoluzione. Riace vivrà con Lucano Sindaco!“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più