Incendio Vesuvio. Indagati due dirigenti della Regione Campania

Vesuvio
Foto di Mela Mennella

Ancora vivido nel ricordo di tutti, quello che è passato come uno dei disastri ambientali e naturali che più hanno toccato il cuore dei napoletani: il devastante incendio del Vesuvio.

Ostaggio innocente di piromani, nell’estate 2017 le pendici del Vesuvio bruciavano ininterrottamente. Roghi dolosi, che vennero completamenti spenti solo dopo più di una settimana. Migliaia di ettari boschivi perduti completamente, e il verde venne sostituito da un manto biancastro e annerito.

La Procura di Napoli non ha mai smesso di indagare su quelli che sono stati i colpevoli e soprattutto su coloro che avrebbero potuto evitare il tutto. Dagli ultimi riscontri e indagini sono stati inseriti nella lista degli indagati anche due dirigenti del Servizio Generale per la Protezione Civile, M. P e I. G (nomi puntati), ai quali vengono contestai i reti di abuso di ufficio, concorso in incendio doloso e devastazione colposa.

Come riporta il Mattino, ora l’obiettivo della Procura, che a breve interrogherà i due dirigenti, è capire se c’è stato almeno collaborazione con i Vigili del fuoco nell’attivare un piano di tutela in precedenza, che avrebbe potuto scongiurare quell’immane disastro.

Potrebbe anche interessarti