Vendemmia agli Scavi di Pompei: si fa il vino di 2000 anni fa

Torna anche quest’anno, per la sua XIX edizione, la Vendemmia negli Scavi di Pompei, tradizionale appuntamento sempre  molto atteso. La raccolta dell’uva avviene nel vigneto della Casa del Triclinio estivo. Il programma prevede un brindisi di benvenuto alle 10 con il direttore generale Massimo Osanna e il Professore Piero Mastroberardino.

Quest’anno gli appassionati di vino potranno degustare il Villa dei Misteri Annata 2011, prima produzione frutto dell’uvaggio storico di Piedirosso e Sciascinoso a cui si aggiunge il primo raccolto di Aglianico.

Il progetto è nato nel 1994, e ha prima interessato un’area limitata degli scavi, per poi ampliarsi fino a interessare 15 aree a vigneto ubicate tutte nelle Regiones I e II dell’antica Pompei, estendendosi per circa un ettaro e mezzo, per una produzione potenziale di circa 40 quintali per ettaro.

Il vino Villa dei Misteri prodotto agli Scavi è un ulteriore modo per raccontare al mondo Pompei, facendo conoscere la sua tradizione antica, che abbraccia non solo la cultura ma anche la difesa del territorio, del paesaggio e dell’ambiente.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più