Individuato il nome del ciclista che grida “Terroni”. L’atleta chiede scusa su Facebook

Terroni
Non c’è voluto molto a scoprire il responsabile di quell’ignobile “terroni” gridato con sdegno e irritazione, al pubblico di Nocera che sostava ai bordi delle strade in attesa del “Giro d’Italia”. L’immagine del ciclista che, a squarciagola, grida “Terroni” mentre sfila a tutta velocità tra la folla, ha fatto il giro del web e in tanti si sono sentiti offesi da quell’ingiuria immotivata e gratuita.

Come ribadito in precedenza però, non è stato impiegato molto tempo a scoprire l’autore del gesto. Si tratta di Valerio Agnoli della Astana, nativo di Alatri in provincia di Frosinone, che una volta “pizzicato” ha provato a spiegare le motivazioni dell’insano gesto assicurando di esser stato frainteso.

La “confessione” è avvenuta su Facebook a seguito di un commento pubblicato dell’utente Salvatore Faiella il quale chiedeva spiegazioni per quell’epiteto tanto offensivo.

Valerio Agnoli ha risposto così: «Mi spiace che si senta solo la parola terrone (…) Stavo prendendo in giro i miei compagni (…) e stavo giocando (…) Il mio non era un insulto verso nessuno (…) PS: quando passiamo nei centri cittadini, non sputate ai corridori! Rispetto».

Ad essere onesti la sua risposta non ci convince poi molto e attendiamo con ansia eventuali prossimi sviluppi!

Potrebbe anche interessarti