Scavi di Pompei. Regole più severe: divieto di gonne corte, shorts e bikini

Regole e proibizioni più severe per i visitatori e i turisti degli Scavi di Pompei. Data la sacralità culturale e storica del posto, che ancora oggi regala reperti unici, sarà necessario rispettare alcune regole che riguardano il decoro e il rispetto.

In particolare sarà severamente vietato girare per gli scavi seminudi e con l’ombrello. Una necessità dettate dai troppi turisti che spesso in estate si aggirano senza maglietta e a dorso nudo, in riferimento ai visitatori maschi e alle donne con gonne succinte, pantaloncini e top corti e trasparenti o addirittura in bikini, per combattere l’afoso caldo. Nel caso in cui si dovesse registrare questa casistica, i turisti saranno o allontanati dagli Scavi o invitati a rivestirsi dignitosamente, in casi estremi multati.

Inoltre saranno tutelati con maggiore vigore i reperti degli Scavi: non ci si potrà avvicinare troppo e toccare affreschi o arredi e nemmeno arrampicarsi su muri, fontane o recinzioni per scattare il selfie perfetto.

Un modo giusto scandito da regole valide per evitare che questi patrimoni vengano deturpati e soprattutto sarà importante il decoro fisico e spirituale in rispetto alle tante persone morte e seppellite dalla lava, le cui anime sembrano ancora far vibrare di dolore e sofferenza uno dei siti più belli d’Europa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più