Arbore incanta tutti con Napoli protagonista in tv: come rivedere la puntata

Arbore e Napoli, un binomio vincente che nella serata di ieri è tornato ad illuminare la televisione italiana. Tanti i feedback positivi dei telespettatori che ieri si sono accostati a “Guarda.. stupisci“, il nuovo programma “natalizio” (la seconda puntata andrà in onda il 19 dicembre 2018) condotto con l’amico di sempre Nino Frassica e la bella (e brava) Andrea Delogu. Canzone napoletana protagonista assoluta del programma, ma non sono mancati anche riferimenti ad altri straordinari interpreti nazionali ed internazionali. Una serata volata, passata via liscia come l’olio. Una leggerezza che avrà suscitato nostalgia in molti, nostalgia per una televisione che non esiste più e che riaffiora (sempre più raramente) in queste reunion.

Scenario del programma un’aula scolastica, con i maestri Arbore e Frassica che hanno proposto un “viaggio nella storia” della televisione italiana, riproponendo video di repertorio che, ad esempio, contengono autentiche pietre miliari come lo straordinario Gegè Di Giacomo che suona sui bicchieri o un Massimo Troisi che esprime la sua “delusione” per la continua presenza del Sole a Napoli. Nei ricordi di Arbore, a tratti commosso, anche Carosone, Roberto Murolo, Pazzaglia, Pino Daniele, Franco e Ciccio, Mario Merola, Modugno, Totò e Peppino. Tanti, troppi i contributi offerti per poterli ricordare tutti, anche se tutti hanno suscitato una grande emozione.

In questo viaggio, accompagnato dall’inconfondibile musica dell’Orchestra Italiana, la squadra di presentatori è stata accompagnata da altri amici. Tullio De Piscopo, Marisa Laurito, Gigi Proietti, Lino Banfi e un San Gennaro parlante che di tanto in tanto esclamava: “E’ peccato mortale!”. Non sono mancati, ovviamente, momenti musicali live, con la serata che si è chiusa con la classica “Comme facette mammeta“.

Il grande ennesimo successo arboriano sta anche nei numeri: 2.603.000 spettatori, per uno share che si attesta sul 14,53%. Non c’era alcun dubbio sulla bontà del programma il cui titolo non poteva essere scelto meglio. Infatti, abbiamo guardato e ci siamo stupiti… ancora.

Per rivedere la puntata di “Guarda… stupisci” cliccare qui

Potrebbe anche interessarti