Napoli. Ragazzini trasportano in metro abeti tagliati: nessun controllo

Napoli – Il rapporto fra alberi di Natale e baby gang è sempre particolarmente stretto a Napoli. Distruggere un albero, come avviene tutti gli anni alla Galleria Umberto, o rubarlo è un modo come un altro per affermare controllo su una città inerme. Spesso, infatti, questi trofei vandalici vengono o abbandonati in strada, generalmente ai Quartieri Spagnoli, o utilizzati per appiccare falò illegali per la celebrazione di Sant’Antonio, il 17 gennaio.

Per questo motivo vedere dei giovani che trasportano abeti tagliati in metropolitana porta subito alla mente questi atti. Questo è successo ieri sera nella Linea 1 della Metropolitana partenopea. I ragazzi in questione hanno occupato un intero vagone con i resti degli alberi, completamente indisturbati e senza alcun controllo da parte della vigilanza.

A raccontare l’episodio il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte, Gianni Simioli: “Le scene viste nella serata di giovedì sera su un treno della metropolitana diretto alla stazione Garibaldi non sono degne di un Paese civile. Il gruppetto di giovani incivili ha preso possesso di un vagone, ingombrandolo con alcuni abeti dal tronco tagliato, reperito chissà dove e in che modo.”

“I due alberi, ovviamente, hanno occupato l’intera vettura, – raccontano ancora – sotto gli sguardi attoniti dei viaggiatori. Il gruppetto ha trasportato fuori dal treno i due abeti alla stazione Toledo, facendo presupporre di essere diretto ai Quartieri Spagnoli, dove solitamente vengono raccolti gli alberi delle baby gang per appiccare i fuochi illegali a Sant’Antonio. Al di là della gravità del fatto in valore assoluto, sottolineiamo come il trasporto dei due alberi avrà finito per sporcare una delle stazioni più belle del mondo, vanto della città di Napoli”.

“Chi chiediamo – concludono Simioli e Borrelli – come sia possibile che un gruppo di ragazzini riesca a varcare i tornelli di una stazione della metropolitana con due alberi al seguito senza essere fermati. Dov’era il personale di stazione quando costoro sono passati? L’auspicio è che i controlli migliorino è che non si ripetano fatti del genere”. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più