Lettera di un turista: “Tanti pregiudizi, ma Napoli è bellissima. Chiedo scusa ai napoletani”

Il matrimonio a Napoli

Porgo le mie scuse a tutta la città di Napoli“. Così inizia la lettera scritta da Giovanni, un turista capitato quasi “per caso” a Napoli. Nonostante i tanti stereotipi e luoghi comuni sulla nostra città, chiunque la visiti non può che restare ammaliato dalla bellezza. Una bellezza unica, che soltanto il capoluogo partenopeo sa offrire. Un’amore che supera ogni diffidenza o preconcetto.

E così, Giovanni, dopo aver soggiornato in città, ha deciso di scrivere una lettere al sindaco di Napoli Luigi de Magistris, nella quale ha chiesto scusa al primo cittadino e a tutti i napoletani. “Io ho 65 anni e da sempre sono stato prevenuto verso tutto ciò che era “napoletano” – scrive Giovanni – quasi come sinonimo di fregatura, illegalità, sporcizia, delinquenza, eccetera, tanto che da sempre rifiutavo qualsiasi mia visita a Napoli“.

Prosegue: “Alla fine per accontentare mia moglie ho “ceduto” e sono venuto in viaggio di vacanza tre giorni durante l’ultima settimana. Ebbene mi sto ancora stropicciando gli occhi. Ho visto una città bellissima, viva, ospitale, sicura (vedevo in qualsiasi angolo Polizia municipale, Polizia di stato, Carabinieri, Esercito), piena d’arte e di bellezze naturali, ho mangiato benissimo ovunque e a prezzi onesti, ho visto una metropolitana luccicante (ero reduce da una visita a Roma e non Le dico lo schifo che ho trovato in quella splendida città) e potrei continuare all’infinito ma non voglio farle perdere tempo“.

Conclude: “Non so se leggerà mai questa mia lettera con tutte le cose che ha da fare, comunque sappia e l’ho constatato di persona, che i napoletani la amano e che Le attribuiscono il merito dei risultati raggiunti….quindi penso che farà il Sindaco per ancora molti anni! La prego, a mio nome chieda: “scusa” a tutti i napoletani. Un abbraccio e W Napoli“.

Potrebbe anche interessarti