Blitz nel Rione Sanità, sgominato il clan Sequino: arrestate 30 persone

I carabinieri hanno arrestato circa 30 persone nel Rione Sanità, a Napoli. Le persone fermate sono state tutte ritenute affiliate al clan camorristico dei “Sequino” da sempre rivale a quello dei “Vastarella”, che si contendevano il predominio sul Rione attraverso ripetute stese con fini intimidatori.

Le accuse che pesano sul capo degli arrestati sono diverse: associazione di tipo mafioso, estorsione, porto abusivo di armi e spaccio di stupefacenti. Tutti reati che si aggravano in quanto condotti con finalità e metodo mafioso.

Dalle indagini condotte dagli inquirenti, oltre a portare all’arresto dei soggetti affiliati al clan, è stato scoperto che il clan dei Sequino continuava ad essere gestito e organizzato dai due fondatori storici che attualmente sono in carcere a scontare le loro condanne. Un contatto con il mondo esterno, tenuto vivo grazie ai colloqui permessi in carcere, durante i quali i capo clan continuavano a dare ordini.

Potrebbe anche interessarti