Uccisa dall’ex, l’uomo chiede l’appello. La sorella: “Ci vorrebbe la pena di morte”

Mariarca Mennella era una giovanissima donna di 38 anni, mamma di due bambini che non potrà più vederli crescere perchè è stata uccisa brutalmente dal suo ex marito nel 2017. Entrambi i coniugi erano originari di Torre del Greco, ma da anni abitavano in provincia di Venezia, località dove hanno continuato a vivere anche dopo la loro separazione.

Mariarca è stata uccisa a colpi di coltello, con una ferocia brutale e dall’ultima udienza, il giudice aveva condannato l’ex marito a 20 anni di carcere. Pena già ridotta in quanto si è tenuto in considerazione l’attenuante che ad omicidio compiuto, l’uomo aveva subito denunciato l’uccisione della moglie. Ma il legale di Antonio Ascione, ex marito di Mariarca, ha deciso di ricorrere in appello per ridurre ancora di più la sua condanna.

Un atteggiamento difensivo che ha fatto arrabbiare la sorella della vittima, che da quando Mariarca non c’è più, ha preso in custodia i due nipoti. La donna quando ha saputo del ricorso d’appello, ha commentato: “Ma quale appello, direttamente la pena di morte, ci vorrebbe”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più