Conflitto in Libia, DeMa: “L’Occidente ha fallito, Napoli costruirà un altro Mediterraneo ”

Il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris, ieri, si è pronunciato sulle stragi senza fine in Libia e sullo spinoso argomento delle migrazioni, che potrebbe aprire nuovi scenari per il Mediterraneo, attraverso un nuovo influsso di rifugiati. “Napoli è sempre pronta a tutte le emergenze – dichiara il sindaco, durante un’intervista – noi siamo in prima linea ogni giorno, ma non abbiamo all’orizzonte nessuna situazione emergenziale. Quello che preoccupa è il fallimento totale dell’Occidente che, violando la costituzione, dichiarò guerra alla Libia, qualche anno fa”.

“Attraverso una propaganda, era stato riferito che con l’eliminazione di Gheddafi si potesse portare la democrazia in Libia. – continua il primo cittadino – La Libia è fuori controllo. Tra lotte tra bande, governi che non si riconoscono a vicenda, lager dove, attraverso la complicità del governo italiano, vengono trattenute persone e uccise. Questo è il porto sicuro di cui parla Salvini. Un fallimento totale, avvenuta già con altri governi ed oggi con quello Salvini-Di Maio.” 

Sprezzanti sono le dichiarazioni di Luigi De Magistris, primo sostenitore dell’accoglienza ai migranti, che riferisce, altresì, che Napoli contribuirà a costruire nel presente e nel futuro un altro Mediterraneo. Un Mediterraneo di pace, di contaminazioni tra popoli e cultura, ponti di umanità e solidarietà. La potenza di Napoli su questa questione si avverte. I colleghi sindaci delle altre città mediterranee hanno una grandissima considerazione del ruolo che Napoli sta svolgendo. Un ruolo contro tendenza, contro il clima d’odio che il governo sta mettendo in atto.”

Il sindaco di Napoli, aveva, già espresso il suo parere e sembra restare fermo con le sue convinzioni sulla questione migranti, diventando l’avversario più accanito del nostro ultimo governo.

Potrebbe anche interessarti