Gaffe al San Carlo: suonato l’inno franchista per il re di Spagna

Durante il simposio Cotec Europa tenutosi ieri, al teatro San Carlo di Napoli l’inno nazionale spagnolo, è stato eseguito con le parole del poeta e drammaturgo José Maria Peman aggiunte durante il periodo della dittatura franchista ed eliminate con la monarchia.

Una gaffe sulla quale il re Felipe VI non si è espresso subito ed ha ascoltato impassibile il coro delle voci bianche del San Carlo, ma in seguito i responsabili del cerimoniale di corte hanno fatto notare l’errore. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è prontamente scusato per l’accaduto.

Oggi l’inno nazionale spagnolo, la Marcia reale, si esegue senza parole. La prima versione invece fu scritta da Pemán nel 1928 su richiesta del dittatore Primo de Rivera e fu adottata in seguito dal regime di Franco.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più