Esplosione a Secondigliano: si trattava di una bomba

1f79d6e8a1_bomba-esplosa-pasticceria-4-2

Gli inquirenti non hanno più dubbi: a far esploderenella serata di ieri ‘La Piccola Pasticceria‘ di Secondigliano è stato un ordigno! Una bomba in piena regola, posizionata all‘esterno del negozio,che  ha letteralmente fatto saltare in aria la pasticceria causando gravissimi danni all‘interno. La figlia dei titolari, Giusetta Truglio, ha rilasciato un’intervista a NapoliToday raccontando alcuni particolari sulla vicenda che ha sconvolto la periferia Nord di Napoli.

La ragazza racconta ai microfoni di Nicola Clemente: “Era un ordigno posizionato fuori alla porta della pasticceria e non una bombola. Non abbiamo mai avuto richieste di pizzo o minacce da nessuno. Non ci riusciamo a spiegare il perché ci abbiano fatto questo. Siamo brava gente che si sveglia tutti i giorni presto per andare al lavoro e lo facciamo onestamente. Attenderemo i risultati delle indagini, siamo allibiti, ma determinati. Ringraziamo tutti per l’ondata di solidarietà che stiamo riscontrando. Stasera ci sarà una fiaccolata alle 20, partecipate per esprimerci solidarietà”, spiega Giusetta, ancora scossa per l’accaduto.“

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più